Home >> chi siamo >> la storia

legatumori sez. bari La LILT iniziò la sua attività nel 1921, in occasione del Congresso della Societā Italiana di Chirurgia a Napoli, dove si decise la costituzione di un Ente che affrontasse i problemi scientifici e sociali legati alle malattie tumorali.

L'attuale Presidente nazionale è il prof. Francesco Schittulli

LE TAPPE
1922: Il 25 febbraio nasce a Bologna la Federazione Italiana per la lotta contro il cancro, organismo embrionale della LILT.

1927: La LILT viene riconosciuta giuridicamente come Ente Morale.

1938: La LILT č l'unica istituzione nazionale a prendersi cura anche dei malati oncologici terminali.

1942: La LILT crea un nuovo modello di cartella clinica per la raccolta statistica, negli ospedali, dei dati epidemiologici sul cancro.

1953: Il 24 dicembre si celebra la 'Giornata Nazionale di propaganda per la lotta contro i tumori', prima iniziativa di piazza per la raccolta fondi.

1965: La LILT entra nelle aziende, nelle fabbriche e negli uffici pubblici per promuovere controlli diagnostici precoci rivolti a tutti i lavoratori.

1975: La LILT viene riconfermata Ente Pubblico. La sua attività si svolge sotto la vigilanza del Ministero della Sanità e in collaborazione con le Regioni, le Province, i Comuni. Il bilancio è verificato dalla Corte dei Conti.

1986: Il 31 maggio è la prima Giornata Mondiale senza Tabacco. Iniziano i corsi antifumo della LILT, in collaborazione con il Ministero della Sanitā e l'Istituto nazionale di Ricerca sul Cancro di Genova.

1989: La LILT diventa la promotrice, in Italia, della prima Settimana Europea contro il Cancro.

1994: Viene approvato il nuovo Statuto. Le 103 Sezioni Provinciali vengono trasformate in associazioni. Sono istituiti i Comitati di Coordinamento Regionali, di natura pubblica, il cui compito è coordinare a livello regionale le diverse attivitā delle Sezioni Provinciali.

1995: E' l'anno di Europa Donna. La LILT realizza una vasta campagna informativa sulla diagnosi precoce del tumore al seno che, in Europa, colpisce una donna su dieci.

1997: Nascono S.O.S. Tumori, una linea verde dedicata all'informazione sul cancro.

1999: Nasce S.O.S. Fumo, una linea verde dedicata all'informazione sui danni del fumo e su come smettere di fumare. Insieme a S.O.S. Tumori confluirà nella linea verde SOS Lilt.

2001: Viene modificato lo Statuto. La prevenzione oncologica diventa il compito istituzionale prioritario dell'Ente. Vengono separati i compiti (politici e di indirizzo) del Presidente Nazionale e del Consiglio Direttivo Centrale da quelli (gestionali e amministrativi) del Direttore Generale. Sono istituiti la Consulta Nazionale Femminile e un Comitato Etico.

2003: Il 7 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Sanità, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ha insignito la Lega della Medaglia d'oro ai Benemeriti della Salute Pubblica.

2006: Viene revisionato lo Statuto. I Comitati di Coordinamento Regionali diventano Comitati Regionali con a capo un presidente che può essere anche persona estranea alla LILT. I membri del Consiglio Nazionale passano da 13 a 15. Viene sancita l'incompatibilità tra la carica di componente del C.D.N. e quella di Presidente del Comitato Regionale. Il Presidente può rimanere in carica per due mandati e non soltanto per uno come da Statuto precedente.

2008: Con D.P.C.M. la LILT viene confermata quale Ente Pubblico

2010: La LILT con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri viene riclassificata quale Ente di "notevole rilievo", in luogo del "normale rilievo" precedente

Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido!